Gabriele Lauritano
16.01 2009

Guida passo a passo alla configurazione di Google Analytics

Attenzione!

Rimani aggiornato e leggi il Tutorial per configurare Google Analytics oggi.

Siete incuriositi dalle potenzialità della Web Analytics ma non sapete da dove cominciare? Ecco una guida in 14 step per la configurazione di Google Analytics, la soluzione gratuita di Google per la raccolta dei dati di traffico al vostro sito.

  1. Crea un account Google
  2. Crea un account Google Analytics
  3. Inserisci le informazioni generali del sito (URL, Nome account, Zona geografica, Fuso orario)
  4. Inserisci i tuoi dati personali o quelli della tua azienda
  5. Leggi attentamente e accetta le condizioni generali. In particolare si segnala che:
    • il servizio prevede un limite massimo di 5.000.000 di pageviews al mese per ciascun account (a meno che non si possieda una promozione AdWords attiva in buone condizioni, come determinato da Google a sua discrezione)
    • Google richiede di pubblicare sul sito un’adeguata politica sulla privacy che informi gli utenti sulle modalità di trattamento dei dati raccolti durante la loro navigazione
  6. Copia il codice di monitoraggio di Google Analytics (GATC) e incollalo su tutte le pagine del sito, subito prima del tag <body>. Se il sito utilizza redirect è necessario inserire il codice di monitoraggio di Goolge Analytics nella pagina di reindirizzamento oltre che nella pagina di destinazione, in modo da non perdere le informazioni relative al referrer che ha generato la visita
  7. Crea un profilo per ogni segmento di traffico da analizzare (es: visite da motori di ricerca, visite da campagne email, visite da nuovi utenti, visite da utenti che realizzano un acquisto, ecc.). Si consiglia di creare almeno tre profili: uno senza filtri, uno su cui effettuare i test e uno principale da utilizzare per le analisi. Si suggerisce, inoltre, di assegnare ai profili dei nomi descrittivi con l’indicazione della data di disponibilità dei dati di traffico.
  8. Per ogni profilo:
  9. Se sono attive campagne AdWords: collega l’Account AdWords all’Account Google Analytics, assicurati che la time zone dell’Account AdWords sia configurata correttamente, lascia attiva la codifica automatica delle campagne e attiva l’opzione “Applica i dati di costo”
  10. Se hai delle esigenze di monitoraggio specifiche è necessaria un’implementazione personalizzata:
  11. Verifica che il codice di monitoraggio di Google Analytics (GATC) sia inserito correttamente su tutte le pagine: per farlo puoi utilizzare il servizio SiteScanGa e/o l’add-on Firefox WASP
  12. Esplora tutte le tipologie di report (visitatori, sorgenti di traffico, contenuto, obiettivi, e-commerce) e verifica che Google Analytics stia raccogliendo correttamente i dati di cui hai bisogno: se necessario, correggi la configurazione
  13. Pianifica l’invio di report periodici per monitorare i KPI definiti dal progetto di Web Analytics
  14. Registra una cronologia di tutte le modifiche apportate alla configurazione (es: attivazione/disattivazione obiettivi, attivazione/disattivazione filtri, ecc.) e di tutte le modifiche alle attività di business (es: attivazione/disattivazione campagne, inserimento di nuovi contenuti sul sito, ecc.). Per farlo, puoi utilizzare anche un semplice foglio di calcolo con le seguenti colonne: data, profilo, tipologia della modifica, contenuto della modifica.

Avete qualche suggerimento per migliorare o integrare questa guida?