22 dicembre 2008 Gianluca Diegoli

91 tesi (e una dimostrazione)

Mi ha fatto piacere ricevere l’invito di Miriam a presentare qui, sul blog di TSW, il mio e-book “91 discutibili tesi per un marketing diverso“, scaricabile anche dal sito della Simplicissimus Book Farm esattamente pochi giorni dopo aver letto la notizia che ai blog aziendali le persone non credono molto – e darmi così  un gancio perfetto per presentare una delle minitesi a cui tengo molto:

89 – Semplicemente aggiungere una spruzzatina di “socialmedia” non servirà a nulla, se poi utilizzate lo stesso schema mentale e le metriche del vecchio marketing pubblicitario.

E’ un problema diffuso: le aziende spesso prendono appena la forma, dimenticando la sostanza, poi guardano i risultati e dicono “Eh! Non funziona mica!”  Ma il problema non è il blog aziendale in sè: le persone non credono ai luoghi (di qualunque tipo siano) in cui le voci sono controllate o stereotipate, non spontanee e in cui gli argomenti non sono quelli che i clienti vogliono sentire o discutere. Punto. Ed è per questo che invece TSW è uno dei non tantissimi corporate blog presenti nel mio Netvibes (ok, è davvero-vero, su. Per una volta credetemi anche se lavoro nel marketing!) in cui scorre la passione e la discussione.
Tutto questo preambolo per dire che è un piacere per me presentare qui il libretto che ho scritto (raccogliendo gli input di quattro anni di conversazione) che interpreta e raccoglie (a volte sopra le righe, a volte in modo estremista, a volte in modo, letteralmente, discutibile, a volte anche a mio stesso uso e reminder – che nessuno è sempre e totalmente il noi o il voi) la visione di un marketing futuro diverso – e più umano – di quello nato e cresciuto dall’humus dei mercati e della televisione di massa, e raccogliere da voi critiche, precisazioni, pacche sulle spalle e inviti a Treviso (scherzo).
a presto!
gluca