12 gennaio 2009 Marion Polo

La biblioteca TSW su aNobii

Ultimamente il numero di libri della biblioteca TSW è aumentato parecchio: la necessità di un nostro costante aggiornamento (siamo più di 40 persone, ognuno di noi specializzato in vari settori, perciò con esigenze specifiche), ha infatti reso indispensabile il continuo acquisto di nuovi testi.
Il metodo di autogestione, un file Excel in cui inserire il proprio nome accanto al libro preso in prestito, ormai non funzionava più (troppe teste), urgeva una soluzione, così sono stata nominata bibliotecaria ufficiale.
Ho accettato volentieri questo nuovo ruolo, anche perché voglio sfatare il mito secondo cui le bibliotecarie sono un po’ acide! :-)
Dopo aver catalogato tutti i libri, divisi per categoria e recuperato i “desaparecidos”, Manuel, che è sempre WEB 2.0 oriented, mi ha suggerito di aprire un account su aNobii. Per il momento non ho ancora pensato di creare una tessera per la biblioteca TSW, ma non si sa mai… (messaggio per il mio collega Max :-) ).

Detto fatto!
L’account TSW è stato creato, lo trovate qui, devo inserire e taggare ancora un po’ di testi ma diciamo che il più è fatto.
Questa breve premessa mi da’ l’occasione per soffermarmi un po’ sulle possibilità che offre aNobii.
Innanzitutto una curiosità: il nome. Deriva dall’Anobium Punctatum, conosciuto più comunemente come tarlo, in realtà la traduzione di “tarlo” in inglese, bookworm, sta a significare anche una persona che passa molto tempo sui libri, praticamente il nostro “topo di biblioteca”.
aNobii nasce ad Hong Kong nel 2005 dal bisogno personale di Greg Sung, uno dei “padri fondatori”, qui trovate una sua intervista.
aNobii è sicuramente tra i Social Network di più facile utilizzo, questa sorta di libreria virtuale oltre ad offrire la possibilità di catalogare i libri della propria biblioteca, permette di mettere in contatto tra loro lettori con gusti simili, scambiarsi opinioni e scoprire nuovi libri interessanti.
Entriamo un po’ più nel dettaglio: dopo aver effettuato l’iscrizione si cominciano ad inserire i libri. Esistono due modalità per l’inserimento: tramite il codice ISBN (quei numerini sotto il codice a barre) oppure attraverso il titolo del libro stesso; il sistema lo riconosce e ne fornisce la scheda e il più delle volte anche l’immagine della copertina.
È possibile inserire commenti per ogni libro e votare i commenti inseriti da altri utenti; inoltre, nel caso ci siano degli errori nella scheda del libro, attraverso il link “Integra le informazioni di questo libro” si possono suggerire le informazioni corrette.
Si può curiosare nelle librerie di tutti i membri, e alcuni possono diventare “amici” o “vicini”. Gli amici sono utenti che già conosciamo e che non per forza avranno gli stessi gusti in tema di lettura, mentre i vicini sono utenti che solitamente non conosciamo, ma che risultano compatibili con noi (il calcolo viene fatto in base al numero di libri che si hanno in comune). In realtà possiamo scegliere come “vicino” qualunque membro anche se non è compatibile con noi, questo ci darà la possibilità di essere sempre aggiornati sulle aggiunte nella sua libreria.
Si possono mandare messaggi ad altri utenti ed eventualmente proporre degli scambi, tra le altre funzionalità ci sono anche le statistiche e la lista dei desideri.
Attraverso le statistiche si può scoprire chi è venuto a dare un’occhiatina alla nostra libreria, mentre la lista dei desideri ritorna molto utile nei periodo di Natale per fare regali agli amici! :-)
Come se non bastasse, si può esportare l’intera biblioteca in un file Excel o html.
Per concludere direi che l’aspetto più importante e positivo di aNobii è quello di socializzare passioni!
Ci vediamo su aNobii :-)