26 ottobre 2022 Riccardo Buson

Ascolto e cura delle relazioni attraverso i canali digitali

Utilizzare i motori di ricerca e i canali social come luoghi di ascolto delle persone per aiutare le aziende a progettare esperienze migliori.

 

Ovunque ci siano interazioni con prodotti o servizi, in contesti fisici o digitali, le persone esprimono opinioni e condividono vissuti preziosi. Saperli ascoltare, leggere in profondità e analizzare è fonte inestimabile di valore per le aziende che proprio per quelle persone stanno progettando delle esperienze.

E questo può avvenire anche negli ambienti digitali più tradizionali, come i motori di ricerca o i social network. Due luoghi in cui persone e aziende possono muoversi, incontrarsi ed entrare in relazione. È anche in questi contesti che noi di TSW scendiamo in campo, con tecnologie e competenze, per raccogliere ciò che le persone, spontaneamente e senza filtri, molto spesso condividono. Un bagaglio di informazioni che trasformiamo in valore per le aziende, per progettare insieme esperienze belle da vivere.

L’ascolto attraverso i motori di ricerca

Ascoltare le persone attraverso i motori di ricerca significa comprendere quali sono i bisogni informativi che manifestano attraverso query e keyword. Potremmo chiamarla SEO o Search Engine Optimization (e ce ne occupiamo da oltre 25 anni) ma, per noi, è molto di più: è creare la migliore esperienza di ricerca, raccogliendo attraverso strumenti e competenze gli interessi e i dubbi degli utenti.

Siamo in grado di leggere queste esperienze di ricerca ma soprattutto di interpretarle e tradurle in progetti che hanno l’obiettivo di rispondere, con efficacia e in modo piacevole, alle esigenze delle persone.

Obiettivo che, d’altronde, condividiamo proprio con il principale motore di ricerca: Google ha creato una semplicissima pagina bianca, con una buca di ricerca, in cui far confluire ogni esigenza informativa. La risposta, generata dall’algoritmo, restituisce alle persone proprio quello di cui hanno bisogno, nel modo più semplice e chiaro possibile, grazie all’ascolto – attraverso strumenti e tecnologie – delle esigenze che quotidianamente manifestano.

Creare contenuti e testi SEO oriented non consiste, però, solo nel soddisfare le richieste (implicite) dell’algoritmo di Google, per permettere a questi testi di raggiungere i primi risultati di ricerca. Significa anche progettare, insieme alle persone, un’esperienza gratificante tanto nel contenuto quanto nella forma, grazie a competenze tecniche e editoriali che lavorano in sinergia.

Community management: curare la relazione attraverso i social

I social network sono, oggi, la piazza virtuale, il luogo digitale in cui le persone si incontrano tra loro o incontrano le aziende. Come ogni piazza, accolgono scambi di opinione e discussioni che possono rivelarsi di immenso valore per chi progetta prodotti o servizi.

Che si parli di un supermercato, di un brand di moda o di una banca, ci sono utenti che in questo momento, sui propri canali personali o su quelli dell’azienda da cui hanno appena acquistato un prodotto o servizio, stanno condividendo informazioni relative all’esperienza che hanno vissuto.

Ecco perché, quotidianamente, ascoltiamo i clienti dei nostri clienti anche in questi contesti: su Facebook, Instagram, LinkedIn o qualsiasi altra piattaforma, aiutiamo le aziende a cogliere ciò che le persone esprimono, interpretandolo e traducendolo in dati e strategie.

 

Svolgiamo, in concreto, un’attività che prende il nome di community management o customer care, anche se di quest’ultimo preferiamo la traduzione italiana: “prendersi cura del cliente”. È questo che facciamo e che aiutiamo le aziende a fare: ci prendiamo cura delle esperienze che fanno vivere ai loro clienti attraverso l’ascolto.

TSW: esserci dove ci sono le esperienze

Lo abbiamo detto all’inizio di questo articolo: ovunque ci siano persone, ci sono interazioni ed esperienze che possono essere migliorate ascoltando chi le vive. Noi crediamo che il vero valore di ogni progetto stia tutto qui, nella capacità di mettere competenze, tecnologia e strumenti al servizio di un approccio basato sul reale coinvolgimento delle persone.

Solo in questo modo, che si tratti dei motori di ricerca a cui poniamo le domande o delle “piazze virtuali” in cui condividiamo opinioni, potremo un domani disegnare, insieme, esperienze di reale qualità.

Potrebbe interessarti anche:

TAG: social media SEO