26 febbraio 2014 Elisa Nicastro

FbMastery 2014: l’adv su Facebook è ancora un optional?

Anche quest’anno, dopo aver partecipato al FbMastery, non manca la voglia di mettere subito in pratica i moltissimi spunti e suggerimenti emersi dalle esperienze dei relatori.

L’argomento centrale dell’evento è l’adv su Facebook, mai come quest’anno così sentito e necessario per le proprie attività online. Si è parlato del modo più efficace di creare le campagne targetizzandole in base agli interessi, alla posizione ed ai dati demografici, delle strategie che si possono attivare avendo a disposizione dati di diversa natura (es. geolocalizzazione e data di nascita in vista di compleanni) e del remarketing o retargeting.

Lo speech del nostro Alberto era appunto focalizzato sul Remarketing nel circuito Facebook (Facebook Exchange).  Come funziona, quali sono  le tipologie di annunci utilizzabili, tramite quali tool di terzi parti si può attivare, ed un focus su Criteo, il partner scelto da TSW per l’attivazione e la gestione delle campagne Facebook Exchange. La parte più importante dell’intervento era il case study, con un confronto sia di parametri qualitativi che quantitativi dei principali circuiti di remarketing: Criteo, Facebook Exchange e AdWords Remarketing.

Nel corso della giornata sono stati presentati i migliori ed i peggiori tools di monitoraggio utili a tenere sotto controllo tutte le attività, proprie e quelle dei competitor, e secondo Valentina Vellucci Mention.net  rimane il più performante tra quelli gratuiti.

Si è parlato di adv nel mobile e della strategia attuabile utilizzando le Coming Soon Page, in particolare su come creare aspettativa per l’apertura di un e-commerce in modo da stimolare interesse e attesa per gli utenti. È importante, in questi casi: far capire quali saranno i benefici legati all’attesa, mantenere le promesse anticipate (ad es. scontistiche sui primi 10 prodotti), chiarire la data della messa online utilizzando strumenti come il counter e sfruttare quel tempo per raccontare la storia del brand rendendolo condivisibile. Unbounce e Launchrock  sono i tools presentati da Guglielmo Arrigoni per creare delle efficaci Coming Soon Pages.

Non sono mancati tra i temi trattati le regolamentazioni per effettuare dei contest su Facebook che, nonostante il social network si sia ammorbidito sotto alcuni aspetti, rimangono ancora complicate a causa delle restrizioni dello Stato Italiano. Interessante notare come i relatori, che fino all’edizione precedente ci spiegavano come “sopravvivere” senza investire in campagne, si siano trovati a supportare questa metodologia di promozione mostrandoci le sue molteplici potenzialità.

La svolta è dovuta in particolare al cambiamento dell’algoritmo di Facebook, che penalizza le visualizzazioni delle pagine arrivando a ridurle quasi del 50/60%.
Come reagire?

Dario Ciracì ci offre alcuni suggerimenti:

  • Creare contenuti di qualità, studiando quindi quali sono i post che ottengono più condivisioni, capire come reagiscono gli utenti, analizzare gli orari migliori per la pubblicazione.
  • Conversare con gli utenti: i commenti aumenteranno la rank affinity.
  • Investire in ADV: indispensabile farlo con criterio partendo dall’acquisizione di una solida fanbase targetizzata, investendo piccoli budget giornalieri per promuovere i post ed effettuando delle periodiche campagne di lead generation.

 

Un importante aspetto emerso dalle esperienze di più specialisti è che “le interazioni sui prodotti che necessitano di un investimento maggiore da parte degli utenti (es. abiti da sposa) saranno di più e più sostanziosa rispetto a quelle relative ai beni di valore minore”.

È inoltre necessario sottolineare che non basta essere online ed avere una pagina Facebook: è importante delineare gli obiettivi e creare un piano editoriale che ci permetta di monitorare continuamente le nostre attività e confrontare i risultati attesi con quelli effettivamente raggiunti. L’analisi e la comprensione ci permetteranno di migliorare ogni giorno, conoscere i nostri fans e interagire con loro.

Un ringraziamento a tutti i relatori:

Giorgio Soffiato
Leonardo Bellini
Dario Ciracì
Simone Grossi
Valentina Vellucci
Francesco Porzio
Francesco D’Avella
Alberto Narenti
Fabio Sutto
Lisa Pillon
Guglielmo Arrigoni