10 novembre 2008 Massimiliano De Stefani

IAB Forum 2008: non solo gadget!

Dopo i post di Marco e Roberta che ci hanno raccontato cosa è successo allo IAB Forum 2008 di Milano e cosa ci ha colpito maggiormente da un punto di vista operativo, vi racconto ciò che ci ha incuriosito.
L’ordine vuole essere del tutto casuale :-)

Apparizioni allo stand
Dalla simpaticissima drag-queen di gay.it che si aggirava dappertutto in cerca di partner per foto un po’ di tendenza, al grande Giovanni Vernia che ci ha intrattenuto spiegandoci la sua doppia veste di uomo marketing e cabarettista Zelig. Non potevano mancare anche gli arraffagadget e i mangiasbafo: purtroppo per loro da noi rimanevano a bocca asciutta. Ad ogni modo, qualche 70es è stato visto aggirarsi nei corridoi a passo di pantera…chissà cosa avrà portato a casa :-) (quelle due anziane signore erano delle professioniste?)

Gadget

  • Mascherine per gli occhi donate dall’hostess di Zingarate in tenuta arancio stile Olanda (con tanto di capello biondo liscio e occhio azzurro)
  • Preservativo distribuito da un paio di infermiere in camice biancoverde che contestualmente si informavano sulla nostra “immunità” (tutto ciò per promuovere un software antivirus :-) )
  • Ciuccio-caramella offerto da mammina incinta in giro con il passeggino (ma cosa avrà utilizzato per simulare il pancione?)
  • Il braccialetto giallo fosforescente con chiave USB incorporata scambiato con il biglietto da visita (da regalare a Giovanni per il prossimo spettacolo!)
  • Chiave USB, maglietta e penna dati da Excite in cambio della compilazione di un questionario (no, non si trattava di un test per misurare il nostro quoziente intellettivo…)
  • Maglietta di YouTube in cambio di intervista pubblicata in rete (ma noi volevamo quella con “I’m Feeling Lucky”…)

 

Stand e comunicazione che hanno lasciato il segno
Di sicuro impatto l’associazione searching/sorcing con tanto di foto di un povero topolino, lo strabismo improvviso di una utente in “preda al mal di 2.0” (ma si può curare? che altri sintomi avrà?), gli stewart che per mezza giornata sono stati scambiati per piloti Alitalia in mobilità e un’avvenente donna in gonnellino arancione (colore ufficiale IAB 2008 :-) ) a piedi nudi sulla sabbia (vera o artificiale?) che distribuiva cartoline dei Caraibi.

“Chi l’ha visto?”

  • La tipa che girava mercoledì per gli stand e che parlava con un laptop in continuazione. E con chi?
  • Il guru rastafari
  • I venditori “Mission Impossibile”: servizi strabilianti e idee super innovative ed esclusive, proposte persino alle ragazze del bar! (A proposito: perché l’acqua naturale era terminata alle 13.30??!?)

 

Speech
Abbiamo appreso che c’è del “sentiment” nella nostra “industry” (il nostro “italiano inglesizzato” o “inglese italianizzato” farà inorridire il nostro caro Beppe di Italians), ma siamo rimasti perplessi dal “coacervo magmatico” espresso durante uno degli interventi del secondo pomeriggio. Si vocifera che sia un’anticipazione del titolo del prossimo concorso indetto dal Forum GT (a proposito, grazie della visita :-) ) dopo il successo di “Fattori Arcani” del 2006.

La botta di vita finale l’abbiamo ricevuta durante il ritorno dalla fiera. L’autista in taxi (anzi, “driver” che fa più american) ha vinto un pupazzetto per averci portati sani e salvi, ma soprattutto in orario, alla Stazione centrale! Sono stati schivati, in ordine decrescente:

  • 3 vecchietti che attraversavano la strada sulle strisce pedonali
  • 2 tram
  • un Vanette in doppia fila!

 

E poteva andarci peggio, tipo perdere il portafoglio (ogni riferimento è volutamente casuale :-) )

Insomma, IAB tanta fatica, molte soddisfazioni e, perché no, un po’ di divertimento!