2 ottobre 2013 Luigi Zanini

Social: non più solo engagement, le aziende vogliono misurare i risultati

Reduce dall’evento Socialytics Conference promosso da IDC a Milano ne esco ancor più convinto che i canali social rappresentino l’attuale nuova frontiera del marketing digitale, su cui andranno sempre più direzionati gli investimenti aziendali.

Una parte sempre maggiore del mercato, infatti, sia in termini di audience che di advertising, sta dirottando gli investimenti dai mezzi tradizionali ai canali Social: il 54% delle aziende prevede di fornire supporto ai propri processi di customer service con funzionalità di tipo social ed il 60% applicherà ai propri processi di vendita un approccio social entro i prossimi 2 anni.

Durante la conferenza è stato fatto il punto sull’attuale stato dell’arte dei social media, in particolare come sono percepiti e sfruttati dalla comunicazione/marketing in Italia. Il tutto tenendo sempre un occhio attento alla valorizzazione degli investimenti e al ROI che da essi ne possiamo trarre, a  maggior ragione in un momento in cui le risorse son sempre più scarse.

Ecco quindi l’importanza della Social Media Analytics, ovvero di tutti quei strumenti che consentono alle aziende di monitorare e analizzare in tempo reale le attività degli utenti sui social media (ciò che viene detto e fatto, il sentiment sull’azienda/prodotto etc…), al fine non solo di poter intervenire e moderare efficacemente le discussioni, ma anche di comunicare, proporre o addirittura vendere nuovi prodotti o servizi.

Perché l’intero processo possa funzionare efficacemente con questi strumenti è necessario in Italia un salto “culturale” che porti all’adozione da parte di più aziende possibili, anche nella fascia delle PMI, di sistemi di CRM che trasformino in valore i big data aziendali, in modo che i dati social possano essere integrati con la customer base interna all’azienda, e, in generale, che l’IT si interfacci sempre di più con il marketing aziendale.

Infine, da una survey online promossa da IDC si è evidenziato il ruolo sempre più importante di supporto ai canali social da parte di agenzie digital come la nostra. Dal campione analizzato emerge che il modello prevalente di gestione social è, nel 26% dei casi, quello di una gestione congiunta tra team interno all’azienda ed agenzia esterna, a cui segue un 24% di aziende che NON ha ancora preso alcuna decisione e sta valutando la cosa (quindi commercialmente parlando va raggiunto ;-)) ed un 4% di completo outsourcing ad agenzia esterne.

Potrebbe interessarti anche:

TAG: social media