21 maggio 2008 Mauro Canzian

eMetrics Summit di Londra: giorno 1

eMetrics Logo
Mi trovo a Londra all’eMetrics Marketing Optimization Summit, un evento a carattere mondiale ed itinerante in cui convergono i maggiori rappresentanti della Web Analytics di tutto il mondo.

La prima giornata è cominciata con il benvenuto di Jim Sterne, presidente delle Web Analytics Association a cui è seguito l’intervento di Neil Mason che ha introdotto il tema dell’ottimizzazione dei risultati di un sito web.
Ogni azienda ha i propri obiettivi di marketing a cui corrispondono obiettivi specifici da raggiungere attraverso il canale web, il cui conseguimento va misurato individuando un adeguato set di KPI (indicatori di performance).
Quali sono le caratteristiche di un buon KPI?

  • Strategic
  • Actionable
  • Based on valid data
  • Easy to understand

 

E’ stato sottolineato con forza che la web analytics deve avere un ruolo “actionable”, deve essere cioè uno strumento che guida le decisioni aziendali sugli interventi da mettere in atto.
Il processo di ottimizzazione dei risultati raggiunti attraverso il sito si fonda su tre fasi:

  • adjust: aggiusta la strategia
  • test: verifica che l’aggiustamento abbia portato migliori risultati
  • learn: fai tesoro di ciò che hai imparato

 

Sono poi cominciate le varie conferenze tra cui quella di Dyana Najdi di Google che ha illustrato come lo strumento “Analytics” sia cambiato nell’ultimo periodo grazie all’integrazione dell’internal site search, alle nuove possibilità di tracciamento degli eventi, alle possibilità di confronto dei trend su diversi intervalli temporali (giorno, settimana, mese) e di confronto del rendimento del proprio sito con altri siti simili. Tra le novità anche Google Optimizer per fare A/B testing delle landing page e Google Analytics per i blog.

E’ stata anche annunciata la riduzione dei tempi per l’elaborazione dei dati che dovrebbe passare dalle 24 ore attuali ad una sola ora.

Sono poi seguite delle sessioni focalizzate soprattutto sulle strategie di testing (A/B testing e multivariate testing) e sull’ottimizzazione delle campagne online.

La giornata si è conclusa con il WAW (Web Analytics Wednesday), il classico aperitivo, che ha dato l’occasione per continuare a discutere di web analytics.

Il livello delle conferenze è stato sicuramente buono, da rilevare infine che un’intera sessione di un’ora è stata dedicata ad uno scambio di idee tra tutti i partecipanti all’evento seduti attorno a tavole rotonde in gruppi di 6/7 persone.
Tema della discussione: quali sono i vostri KPI?