24 novembre 2009 Francesca Tezza

Evento About You: cosa si dice online

Dopo la bella esperienza di marzo, e reduci dell’entusiasmo respirato allo IAB Forum venerdì scorso abbiamo organizzato “Cosa si dice online –  Strumenti e tecniche per monitorare e gestire il brand e la reputazione”, evento di presentazione di About You.

Il programma era intenso e gli spunti emersi sono stati molti. Ma andiamo con ordine…

Il prof. Marco Bettiol, dell’Università degli Studi di Padova, ha aperto i lavori con un intervento dal titolo “Il brand online. Come cambia la comunicazione in rete”,  sollevando il fatto che le community online sono sicuramente importanti, ma non vanno considerate come rappresentative della totalità dei clienti.
Quindi oggi le aziende devono fare riferimento ad un flusso narrativo complesso di informazioni, che provengono da più fonti, online ed anche offline.

Altra cosa fondamentale evidenziata da Marco Bettiol è che le aziende devono raccontare storie, portare il brand vicino a una “biografia”: il caso più emblematico è quello dell’Omega che ha sfruttato l’utilizzo dell’orologio Speedmaster nella missione Apollo 13 (non solo nel film attraverso un sapiente product placement, ma anche nella missione reale).

Andrea, Francesca, Angela e Lucia ad AY

Nella seconda parte della mattinata, Andrea e Angela hanno spiegato il funzionamento del software About You Monitoring con una demo live.

Angela poi, ha illustrato una delle molteplici opportunità offerte da About You: l’analisi dello scenario di mercato. Protagonista è stato il lancio online della linea di prodotti per la prima infanzia Brevi griffata Hello Kitty. Attraverso un monitoraggio accurato e l’analisi successiva,  abbiamo individuato i luoghi in rete in cui Brevi può dialogare con le mamme e future mamme.

Francesca e Lucia all'evento About You

Dopo il pranzo e una passeggiata per le vie del centro di Treviso, ho aperto la seconda parte della giornata presentando la case history “Maserati e le conversazioni online: il lancio della GranTurismo S Automatica e della GranCabrio”. In questa occasione About You Monitoring ci ha permesso di seguire come si è svolta la comunicazione online per il lancio di due modelli di auto (Maserati GranTurismo S Automatica e Maserati GranCabrio) ed in particolare di valutare gli effetti di due diverse strategie di comunicazione attivate da Maserati.
La tavola rotonda moderata da Miriam, in conclusione dell’evento, è stata particolarmente frizzante. Gli ospiti, manager di importanti aziende italiane, si sono confrontati tra loro in un interessante scambio di battute ed opinioni.

Ad esempio un ospite, riprendendo il concetto dello storytelling suggerito dal prof. Bettiol, ha ribattuto dicendo: – Chi produce componenti industriali business to business, come fa a raccontare storie? E quante conversazioni possono esserci in rete su prodotti così di nicchia? –  Miriam ha quindi suggerito che esistono in rete forum e discussioni anche per argomenti molto tecnici, da cui un’azienda può trarre utili informazioni di CRM per migliorare i prodotti e capire i problemi. Inoltre, ogni azienda ha delle storie da raccontare e non sempre le persone vogliano “emozionarsi” con storie come quella dell’Apollo 13; molte desiderano soprattutto informarsi, anche sulle questioni più tecniche.

Prendendo spunto dalla case history Maserati, in cui è stata evidenziata l’efficacia di interagire per generare buzz e valore, l’attenzione si è poi spostata sulle principali difficoltà che si incontrano in azienda per investire nella comunicazione online.
Molti hanno individuato nelle agenzie di comunicazione “vecchio stampo” un primo ostacolo, ma tutti sono stati concordi nell’individuare una soluzione nella sinergia tra online ed offline. Solo l’interazione tra i due canali, infatti, permette di massimizzare i risultati e realizzare una comunicazione completa.

Infine tutti d’accordo nel dire che la maggior parte delle persone non lascia il segno online, ma resta importante monitorare quel che dice chi scrive, perché sono proprio le opinioni che leggiamo in rete che influenzano il nostro modo di agire.

Il rinfresco ha chiuso l’evento e ci siamo salutati con un sacco di idee in testa, soprattutto per About You che è in continuo divenire!