14 marzo 2016 Elisa Nicastro

Facebook Canvas: Esperienza a Pieno Schermo

Non è un segreto che Facebook voglia tenere gli utenti sul canale il più possibile e lo sta dimostrando attraverso una serie di implementazioni, tra cui i nuovi formati Facebook Canvas, gli Instant Articles e dal fatto che i video e le immagini pubblicate su Facebook ottengano una maggiore visibilità rispetto ai link esterni.

Ma cosa sono i Facebook Canvas?

I Facebook Canvas rappresentano una nuova tipologia di esperienza per l’utente ed una nuova opportunità per i publishers. Si tratta di un nuovo format, sia organico che sponsorizzato, che permette alle pagine di raccontarsi attraverso un mix di strumenti, quali:

  • Video
  • Immagini statiche
  • Carosello di foto
  • Pulsanti per la call to action

 

Perché Facebook ha creato Canvas?

Come già anticipato, il motivo principale è quello di permettere all’utente di vivere un’esperienza interattiva senza dover uscire dal canale. Infatti, rispetto ad una classica landing page,  i contenuti si caricano molto più velocemente (circa 10 volte di più) ed il formato è decisamente più accattivante rispetto ad altri tipi di adv. Se a questo aggiungiamo che è stato creato pensandolo 100% mobile con una visione full screen, possiamo facilmente capire che sono stati ideati per un’esperienza di alta qualità.

Come già riportato da InsideMarketing, l’introduzione dei Facebook Canvas non sembra essere arrivata a caso. Oltre agli obiettivi già condivisi, infatti, i Canvas hanno diverse caratteristiche in comune con l’applicazione Snapchat:

  • formati pubblicitari full-screen
  • mix di video e contenuti
  • nessun rallentamento all’apertura
  • annunci in formato verticale.

 

Sembra, quindi, che Facebook si voglia avvicinare sempre di più alla nuova Generazione Z.

Questa supposizione sembra essere confermata anche dalla recente notizia dell’ideazione di un software che, analizzando l’intera piattaforma, ricercherà tutti quei termini emergenti che saranno poi salvati all’interno di uno speciale glossario. Questo avverrà soprattutto in relazione al linguaggio dei giovani che sempre di più utilizzano termini nuovi, freschi ed in continua evoluzione.

Facebook Canvas va sempre più incontro alle esigenze di fruizione della #GenerazioneZ

Prima di tutto è importante avere ben chiaro l’obiettivo del nostro annuncio, questo perché, oltre a fornirci le idee chiare sul target da raggiungere e sulla tipologia di comunicazione (emozionale, commerciale, etc), ci permetterà di preparare anticipatamente il materiale, soprattutto creativo.

Facebook Canvas, infatti, può venire sfruttato in diversi modi, come ad esempio:

  • E-commerce: attraverso immagini, e non solo, di prodotto con link diretto alla pagina per acquistarlo. Se a questo meccanismo aggiungiamo l’utilizzo delle custom audience con targettizzazioni specifiche la previsione è quella di ottenere ancora più risultati.
  • Storytelling: raccontare il brand attraverso delle storie che colpiscano direttamente l’utente
  • Newsletter: potrebbe essere un ottimo modo di veicolare i contenuti di un blog permettendo di raggiungere utenti in target, bypassando lo step di “iscrizione alla newsletter”. Le notizie di tuo interesse ti arriveranno direttamente su Facebook.
  • Spiegazioni e tutorial: attraverso immagini che rappresentano step by step o piccoli video tutorial.

 

Insomma, ogni pagina indipendentemente dalla sua natura, potrà sfruttare questo nuovo formato per rispondere alle proprie esigenze attraverso un’esperienza nuova, unica e ottimizzata.

Facebook Canvas può essere usato per obiettivi di acquisizione e per fare storytelling.

Facebook fornisce una chiara e pratica guida per muovere i primi passi con Canvas.

 

canvas facebook coca cola tsw

Coca Cola è stato uno dei primi brand a testare Facebook Canvas

Tecnicamente, i punti da tenere in considerazione durante la creazione di Canvas sono:

  • La foto dell’intestazione è di 66 x 882 pixel e rimarrà fissa per tutta l’esperienza
  • Tutti i testi inseriti, compresi quelli dei button, possono essere formattati in libertà, lavorando sulla grandezza dei caratteri e colore.
  • Il button non può contenere un testo troppo lungo: massimo 40 caratteri
  • I video non possono superare, in totale, i due minuti di tempo ed avranno una risoluzione minima di 720pixel
  • Se l’intenzione è quella di sponsorizzare l’annuncio, si dovrà tenere conto del 20% del testo nell’immagine
  • Il carosello dovrà contenere obbligatoriamente immagini delle stesse dimensioni meno di 1080 x 1920 pixel;
  • Le foto possono venire visualizzate con il formato predefinito, a pieno schermo oppure con inclinazione per visualizzazione panoramica, che permetterà di mostrare tutta l’immagine spostando il dispositivo a destra e sinistra dando un effetto, appunto, panoramico.
    Solo se si sceglie impostazione predefinita è possibile inserire il link diretto sull’immagine, per gli altri casi invece, si dovrà creare un botton ad hoc.
  • È possibile salvare in bozza l’annuncio per visualizzarlo sul proprio dispositivo mobile. In caso si necessiti di qualche modifica lo si può trovare su “strumenti di pubblicazione” all’interno della propria pagina Facebook
  • Una volta salvato il Canvas non potrà più essere modificato.

Anche noi abbiamo voluto testarlo e abbiamo creato una raccolta dei nostri ultimi articoli del blog:

Tu hai già provato questo nuovo formato Canvas? Raccontaci la tua esperienza!