9 ottobre 2019 Denis Rasia

Cosa, come e perché: GlobalWebIndex e il comportamento delle persone online

Come faccio a posizionarmi all’interno dei motori di ricerca?

Devo migliorare il mio posizionamento online, cosa devo fare?

Quanti visitatori ha avuto la mia pagina?

Chi mi ha cercato ha trovato quello che desiderava?

A quali persone mi devo rivolgere?

 

Queste e tante altre domande sono all’ordine del giorno, da quando ci occupiamo dei diversi aspetti relativi alla presenza e alla comunicazione online dei nostri partner. E così, affinché possano raggiungere e dialogare nel migliore dei modi con le persone interessate ai loro prodotti e servizi, di solito cerchiamo di proporre e di agire su diversi ambiti quali SEO, Online Advertising, Digital Analytics e Social Presence.

Se iniziassi a darvi una panoramica di tutte le attività e le competenze che possiamo offrire a chi ci chiede supporto, probabilmente non vi racconterei nulla di nuovo. L’elemento distintivo per noi non è tanto il cosa, ma troviamo molta più forza e valore nel come e nel perché. Infatti, il nostro approccio è stato costruito nel tempo facendo leva sull’attenzione e la cura che meritano tutte le persone che entrano in contatto con un prodotto o servizio.

 

Informazioni, consigli, approfondimenti su servizi e prodotti: Cosa

 

Keyword! È questa la parola d’ordine che racchiude in sé il concetto su cui si fonda la strategia di ogni sito online e della sua ottimizzazione SEO per i motori di ricerca e che ha l’obiettivo di renderlo visibile per tutte le persone che stanno cercando prodotti e servizi definiti dalle parole chiave ricercate, o ad esse correlate.

Le keyword sono quindi le parole chiave che dischiudono prospettive. Dobbiamo sapere però che aziende e persone le utilizzano in modo differente: le persone sono motivate principalmente dalla necessità di ottenere un’informazione (sia essa legata a un prodotto o un servizio) o di trovare una soluzione a qualcosa; mentre per le aziende sono il suggerimento di un loro prodotto o servizio, o la spiegazione rispetto a un determinato argomento.

A prescindere da chi faccia una ricerca e quale sia la sua natura, è fondamentale partire da una semplice domanda: a chi vogliamo parlare e che cosa vorrebbero trovare o leggere le persone interessate a un certo argomento?

Questo permette di avviare un’indagine SEO capace di trovare gli argomenti e le parole più cercate dalle persone sul web per capire quali siano i loro interessi, i loro quesiti, le domande più frequenti. Attraverso una ricerca approfondita è possibile ascoltare i bisogni delle persone e una volta compresi ed analizzati è possibile proporre una strategia correlata. Non dimentichiamoci però che i fattori che influiscono sui risultati di ricerca sono molteplici, ad esempio l’architettura informativa di un sito è elemento da non trascurare. Infatti, la definizione di sistemi di navigazione permette una migliore performance in termini di posizionamento organico e di esperienza utente.

 

Il nostro approccio integrato di ascolto delle persone online: Come

 

2_ Le persone esprimono in ogni momento quello che desiderano, vivono, temono.
Basta ascoltarle.

 

Le fasi di analisi e costruzione dei nostri progetti di visibilità organica vedono sempre coinvolto l’individuo protagonista dell’attività di verifica della search intent, ovvero il motivo reale per cui un utente effettua una ricerca, e della serp analysis, cioè l’analisi delle pagine web generate dal motore di ricerca, come risposta alle richieste delle persone. In questo modo riusciamo a pianificare strategie di intervento a lungo termine che puntino a massimizzare la presenza dei nostri partner tra i risultati naturali dei motori di ricerca.

L’ascolto è elemento imprescindibile: ci permette di ottenere una visione a 360° dell’utente digitale, fondamentale per conoscere a fondo le esigenze, i bisogni e le necessità delle persone in target. L’analisi delle ricerche che le persone fanno sui motori e quindi la conoscenza dei loro comportamenti, diventano un elemento distintivo e ci portano a conoscere i termini e gli argomenti più ricercati sulle tematiche e sulla tipologia di servizi e prodotti proposti nei siti dei partner.

Un approccio, il nostro, che unisce l’aspetto più prettamente tecnico a quello più umano e di coinvolgimento costante.  Lavoriamo fianco a fianco con i partner e monitoriamo costantemente il comportamento delle persone per individuare insieme la migliore soluzione possibile per ciascuna necessità. Osserviamo con attenzione i cambiamenti nonché le performance delle iniziative per essere pronti a fornire insight che possano migliorare e anticipare possibili mutamenti nei risultati.

La conoscenza e quindi l’ascolto delle persone rappresenta il punto di partenza per ogni attività che andiamo a proporre. Per fare questo, la scelta più completa è procedere con un approccio misto quali-quantitativo che comporta più fasi:

  1. una fase esplorativa, consistente nella conoscenza delle persone oggetto delle analisi e delle attività successive;
  2. una fase quantitativa, volta a validare e misurare la portata degli elementi raccolti in fase qualitativa.

Prevediamo quindi un’analisi dell’audience del cliente condotta mediante identificazione e approfondimento del segmento di clienti potenziali. La segmentazione è la scomposizione del mercato in gruppi di consumatori (ovvero segmenti, che sono pur sempre fatti di persone), omogenei al loro interno ed eterogenei all’esterno, per caratteristiche, bisogni, comportamenti o atteggiamenti.

Alcuni esempi:

  • Per una compagnia aerea (es. Alitalia) → i viaggiatori frequenti;
  •  Per una società calcistica (es. Juventus) → gli appassionati di calcio;
  • Per una catena di abbigliamento sportivo (es.: Decathlon) → persone che fanno attività fisica amatoriale.

Una volta arrivati a questo punto, è fondamentale chiedersi: perché?

Global Web Index e le scelte online delle persone: Perché

 

Per potenziare il valore di ogni strategia proposta, è fondamentale l’utilizzo di GlobalWebIndex. Si tratta di uno strumento che ci permette di realizzare il match perfetto: oltre a comprendere cosa le persone cercano, come e con che comportamenti si muovono online, riusciamo ad individuare e fornire alle aziende il perché di determinati comportamenti e scelte.

Globalwebindex è un istituto di ricerche di mercato, attivo dal 2009, specializzato in “digital consumer behavior”. Attraverso una piattaforma proprietaria consente ai propri clienti di accedere a informazioni, approfondimenti, dati e statistiche, relativi a diversi argomenti su scala mondiale. Mediante sondaggi su panel multicountry (46 paesi e 22 milioni di partecipanti), fornisce dati aggiornati ogni trimestre riguardanti:

  • Socio-demografia
  • Interessi e stili di vita
  • Possesso e utilizzo device
  • Consumi mediali
  • Utilizzo social media
  • Utilizzo app
  • Brand utilizzati
  • Acquisti online
  • Consumer journey

Un punto di vista che va ben oltre la demografia e analizza comportamenti, atteggiamenti, opinioni dalla doppia prospettiva behavior (“cosa faccio”) e attitude (“perché lo faccio”). A partire da queste variabili è possibile definire il proprio audience, anche il più particolare (es. “Donne 25-34 anni, inglesi, con acquisti da mobile negli ultimi 3 mesi”, “Uomini 35-44 anni, italiani, appassionati di tecnologia”, etc.). Scegliendo tra una vasta gamma di settori possiamo approfondire e analizzare dati e ultime tendenze, ma soprattutto scoprire il perché le persone compiono determinate azioni, permettendoci così di migliorare ascolto e conoscenza dell’audience e proporre ai nostri partner strategie e progetti ancora più in linea con i loro obiettivi.

 

Anziché scorrere e interpretare dati molto spesso scollegati tra di loro, attraverso GlobalWebIndex riusciamo ad avere un quadro d’insieme che ci permette di ampliare la definizione classica, se non limitativa, di un consumatore (che come accennavo prima è importante ricordare che prima di tutto è una persona) e di porci al fianco dei nostri clienti nella realizzazione di progetti innovativi e di valore nei diversi ambiti di applicazione.

Qual è il valore aggiunto di GlobalWebIndex? Un esempio di applicazione sulla Gen Z

Dietro alle azioni, ai gesti di ogni singolo individuo c’è sempre una motivazione, un’esigenza da scoprire per conoscerne gli intenti più veri e le aspirazioni più autentiche. Indagare il perché dietro le cose aiuta a comprenderle veramente ed entrando in relazione e “riconnettendoci” con loro è possibile progettare la migliore soluzione possibile ai loro bisogni.

Con tutte le informazioni disponibili, con GlobalWebIndex riusciamo a creare un ritratto quasi intimo delle persone. Ad esempio, possiamo capire come la Generazione Z sposta la loro attenzione nei social e nel tempo.

 

E possiamo capire le loro ragioni per usare i social, ad esempio il 28% risponde che “non vuole perdersi nulla”.

 

Entrando in un dettaglio ancora più intimo, possiamo cogliere che quasi un terzo della Gen-Z utilizza dei sistemi per tracciare, se non addirittura limitare, il tempo speso nel cellulare.

 

Quello che è un semplice esempio ci mostra quanto possiamo capire di più sulle persone con un approccio basato sui dati.

Nel perimetro delle nostre attività, queste motivazioni e questi perché di certe scelte e azioni sono il valore aggiunto che otteniamo dall’utilizzo di GlobalWebIndex.  In quest’ottica, le potenzialità dello strumento per i brand sono molteplici e danno l’opportunità di entrare in relazione con le persone lavorando su più fronti:

  • confrontare e capire l’evoluzione del comportamento online, perché ci permette di andare in profondità e ottenere informazioni più dettagliate e approfondite rispetto a una specifica area di interesse;
  • pianificare budget, perché possiamo analizzare la portata e l’impatto online rispetto a specifiche azioni;
  • consolidare strategie e partnership, perché attraverso la comprensione delle persone, dei loro bisogni e dei loro desideri è possibile individuare il ruolo che le aziende possono avere nella loro vita.

È grazie alla possibilità di entrare nel profondo di atteggiamenti, interessi e motivazioni delle persone online che le aziende hanno l’opportunità di tracciare la rotta che le porta a mettere a punto una strategia efficace per raggiungerle e dialogare con loro.

Potrebbe interessarti anche:

TAG: digital marketing analytics