5 dicembre 2013 Luca Rodighiero

Agile Days 2013: spunti da una conferenza (finalmente) interessante

La gestione di un progetto di User Centred Design, dalla fase di pianificazione a quelle di esecuzione e consegna di un prodotto digitale, è una questione che presenta molte insidie:

  • non è affatto semplice trasmettere al cliente il valore aggiunto delle attività che coinvolgono l’utente e puntano sulla qualità della user experience;
  • lo è ancor di più inserire le attività UCD all’interno di gantt di progetto estremamente rigidi, rigidità dovuta in gran parte ad una buona dose di ottimismo;
  • ardua è infine la strada di colui che professa il credo dell’iterazione, dell’ottimizzazione del raggiungimento dei risultati per cicli.

 

Il nostro dipartimento di UX è per tanto sempre alla ricerca di strategie valide ed applicabili (forse perché pessimiste?) per migliorare non solo l’efficienza dei progetti, ma anche la qualità dei prodotti consegnati.
Eccoci quindi svegli alle 6.00 di un sabato mattina diretti verso Reggio Emilia all’Italian Agile Days 2013: “decima edizione della conferenza gratuita dedicata ai metodi Agili per lo sviluppo e la gestione dei progetti software” (dalla presentazione del sito ufficiale). Seppur fortemente centrata sui temi dello sviluppo software, la conferenza ha portato alla nostra attenzione alcuni spunti sulla gestione Agile dei progetti digital:

  • ottimizzazione del ciclo di vita delle attività di progetto e l’importanza delle rappresentazioni visive e tangibili dello status delle attività;
  • valutazione di decisioni e micro-decisioni  nelle scelte operative, con un tempestivo e ricorsivo coinvolgimento del cliente (in maniera affine alla creazione del senso di appartenenza al progetto, tipico del Participatory Design);
  • metodi per  stabilire le priorità e affermazione dell’importanza della trasparenza basata su scelte che siano soprattutto economiche;
  • definizione di soluzioni che garantiscano una visione condivisa delle opportunità e dei rischi di progetto;
  • attenzione sui parametri di efficienza di progetto.

 

Le presentazioni cui abbiamo assistito sono state tutte estremamente interessanti: non entrerò nel dettaglio dei temi trattati per evitare di darne interpretazioni inappropriate.

Vi invito quindi ad approfondire i metodi Agile, come del resto stiamo già facendo noi: a breve sul sito della conferenza saranno disponibili i materiali degli speech.

 

Potrebbe interessarti anche:

TAG: product and service design