17 dicembre 2010 Davide Magnan

Google sempre più verso l’HTML5

Qualche mese fa, nell’articolo HTML5, Google e metadati, ho spiegato perché e come Google spinga verso un web sempre più semantico, e di come l’HTML5 abbia una parte fondamentale in questo.

A distanza di 9 mesi, come si è evoluta la situazione?

Possiamo facilmente dire che Google ha intrapreso altre iniziative per diffondere ulteriormente lo sviluppo e la considerazione dell’HTML5. In che modo? Realizzando e sponsorizzando numerosi progetti.

Quello che più ha fatto parlare di se è stato The Wilderness Downtown, presentato il 30 agosto nel blog ufficiale di Google. Di cosa si tratta? Probabilmente molti ricordano gli Arcade Fire, rock band canadese, non tanto per il loro sound (niente male tra l’altro :-), quanto per questo esperimento che li ha coinvolti. Il risultato è una collaborazione tra la band stessa, il regista Chris Milk e Google Maps. Ma il vero protagonista è l’HTML5. È come se Google avesse voluto dire al mondo intero: “Avete visto cosa si può fare con questo nuovo linguaggio?”. Devo dire che per molti qui in ufficio è stato davvero sorprendente ammirare la bellezza di questo progetto. E tutti a domandarsi come fosse possibile realizzare simili animazioni senza il minimo ausilio di Flash! :-)

The Wilderness Downtown è solamente uno dei numerosi esperimenti disponibili sul sito Chrome Experiments, che consiglio vivamente di visitare, ovviamente con il browser Google Chrome per una migliore resa. Sono nati anche altri progetti, sempre supportati o realizzati da Google, il cui scopo è promuovere l’HTML5, ad esempio HTML Rocks.

Inoltre, sempre Google nella sua home page, ha creato tre doodle in HTML5. Ve li ricordate?

Il primo è stato il mitico Pac-Man, tutt’ora disponibile in una pagina apposita.

Doodle di Google: Pacman

Poi, all’inizio di settembre, le particelle volanti:

Google Doodle: particelle volanti

E infine il logo grigio, usato per illustrare la nuova funzionalità Google Instant:

Google Doodle: logo grigio

Insomma, sebbene HTML5 non sia ancora uno standard approvato dal W3C, pare evidente e scontato il ruolo che avrà nella creazione dei siti web.

Intanto a testimonianza che questo nuovo linguaggio piace, stanno nascendo molte applicazioni interessanti e divertenti, come DevianArt Muro per disegnare e LucidChart per creare diagrammi e flowchart.

A differenza di qualche mese fa, l’HTML5 sembra ancora più in grado di soppiantare Flash nella realizzazione di animazioni. Se ciò si dimostrasse vero non ci rimarrebbe che un interrogativo: quale sarà il futuro di Flash?