3 maggio 2011 Stefano Guerra

Facebook Questions e Facebook Studio a supporto delle strategie di Social Media Marketing

Ultimamente Facebook sta introducendo diverse novità molto utili a chi lavora nel Social Media Marketing, come Facebook Studio e Facebook Questions.

La prima in particolare è una piattaforma che interessa soprattutto il mondo delle agenzie e del business, mentre la seconda novità riguarda anche tutti gli utenti e i gestori delle pagine.

Vediamo in breve il primo. Nel sito di Facebook Studio si legge:

“Facebook Studio is a place to learn, share your work, and find inspiration. We created Facebook Studio as a way to showcase how agencies and marketers can make an impact by marketing with Facebook. Here you’ll find great creative ideas from around the world, as well as the resources you need to find answers and create your own campaigns.”

In pratica, si tratta di una community online per chi lavora (ed è appassionato) di Social Media Marketing. Un luogo virtuale in cui raccogliere e condividere casi di studio, dove i propri case history e la creatività, vengono messi a disposizione di tutti per creare un bagaglio di conoscenza comune. L’iniziativa è davvero molto interessante e vi rimando al post “Nasce Facebook Studio: condividi i tuoi casi di studio” per un ulteriore approfondimento.

Mi vorrei soffermare più a lungo sull’altra novità: Facebook Questions.

Questo nuovo strumento, che sta prendendo la sua forma definitiva anche in Italia, può davvero facilitare la vita a chi crea contenuti per le pagine.

Facebook lo definisce così:

“La funzione Domande di Facebook ti consente di fare qualsiasi domanda e di ottenere una rapida risposta dai tuoi amici e da altre persone su Facebook. La funzione Domande è stata concepita in modo che chiunque su Facebook possa aiutarti a trovare una risposta. Quando fai una domanda, questa viene immediatamente condivisa nelle Notizie. Se i tuoi amici rispondono o seguono la domanda, questa viene condivisa anche con i loro amici e così via.”

Insomma una chiara sfida a Yahoo Answers, Quora e simili.

In buona sostanza possiamo, da utenti o amministratori di pagine, creare sondaggi (o semplici domande a risposta aperta) ai nostri amici o fan (passatemi il termine obsoleto :).

Ma concretamente, cosa comporta l’introduzione di Facebook Questions nelle nostre pagine? Come fare per postare una domanda, rispondere, vedere cosa chiedono amici e non amici?

Alcuni di voi sicuramente già vedono e utilizzano una barra di stato come questa:

Per chi non vedesse l’etichetta Domanda, invece, basterà impostare Facebook in lingua inglese. Il risultato sarà una cosa del tipo:

Creare delle domande è facile. Nelle risposte predefinite si possono inserire delle pagine (anche quelle in cui non abbiamo fatto “I like”) o scrivere risposte libere. I nostri amici/follower poi potranno votare, rispondere o anche aggiungere altre opzioni nelle risposte stesse.

Ogni volta che un fan/amico risponde a una domanda, avviene una segnalazione ai suoi amici nel wall, offrendogli la possibilità di intervenire a loro volta. Inoltre, può rispondere anche chi non ha amici in comune con chi ha posto la domanda, aumentando molto la probabilità di innescare meccanismi virali.

Tutte le attività riguardanti le domande sono infine raccolte nel proprio profilo personale: le nostre, quelle degli amici e quelle che abbiamo deciso di “seguire”.

Lo vedo come un modo facile di creare contenuti intelligenti per le pagine di cui siamo amministratori, oltre che un’occasione di stimolare l’interazione con i propri utenti e far crescere il numero dei follower delle pagine stesse.

Insomma, queste novità introdotte da Facebook contribuiscono a rendere il Social Media Marketing una materia sempre più interessante e sempre meno oscura per le aziende. Facebook Studio in primis ci permette di conoscere casi in cui la creatività è diventata business, mentre Facebook Questions è sicuramente uno strumento facile da utilizzare per coinvolgere i propri clienti e fan, e far conoscere loro l’azienda.

Penso che queste novità potrebbero contribuire ad aumentare il peso strategico di Facebook nelle strategie di comunicazione online, staremo a vedere :)

Potrebbe interessarti anche:

TAG: social media digital marketing