5 giugno 2014 Giulia Cimitan

TSW al Google Analytics Summit 2014

Il 28 e 29 maggio, presso l’Intercontinental Hotel di San Francisco, si è svolto il summit annuale dedicato a partner certificati Google Analytics e clienti premium.

Un incontro molto stimolante al quale TSW ha partecipato per il quinto anno (e quest’anno non solo come partner ma anche come Premium Reseller), nel quale vengono presentate le nuove funzionalità di Google Analytics e vengono offerte molteplici occasioni di confronto con gli sviluppatori di Google e con le altre aziende partner di tutto il mondo.

Cosa c’è di nuovo in Google Analytics? Questa è forse la curiosità principale con cui si arriva al summit, e che è stata immediatamente soddisfatta durante la prima giornata:

  • Enhanced E-commerce:

sostanzialmente un’analisi non più focalizzata sulla transazione, ma che esamina il comportamento degli utenti nell’intero funnel di acquisto. Si ottengono quindi dei dati utili a comprendere e sfruttare il valore anche di quegli utenti che non completano il processo di conversione, con una vista su tutti gli step intermedi, come i prodotti visualizzati e l’aggiunta al carrello, nonché sull’efficacia delle azioni di marketing “interne” al sito (ad esempio i click sui prodotti correlati). E’ possibile inoltre taggare ulteriori dimensioni dei prodotti, come categoria di appartenenza e brand, in modo da ottenere viste ancora più mirate.
Queste funzionalità sono già state rese pubbliche in beta, ma è necessario aver effettuato il passaggio a Universal Analytics per poterle utilizzare.

  • Reportistica integrata:

la direzione nella quale il prodotto si sta muovendo è quella di una sempre maggiore integrazione di fonti di dati eterogenee. La possibilità di importare data set personalizzati che si integrino perfettamente con i dati raccolti direttamente da Google Analytics offre una grande flessibilità, unita al vantaggio di poter lavorare da un’unica interfaccia incrociando dati provenienti da fonti diverse.

  • Custom tables:

si tratta di una funzionalità dedicata ai clienti Premium, che consente di specificare una serie di dimensioni, metriche, segmenti e filtri ottenendo report personalizzati accessibili da pannello con dati non campionati.

  • Channel grouping:

per rendere ancora più facile un’attribuzione secondo i criteri che meglio soddisfano le strategie di marketing di ciascuna azienda, è stata introdotta la possibilità di creare raggruppamenti di canali, visualizzando così un dato aggregato.

  • Integrazione con Double Click:

per GA Premium è stata attivata un’integrazione con DoubleClick Campaign Manager e DoubleClick Bid Manager, in modo da poter comprendere tramite Google Analytics come gli utenti interagiscono con le campagne, e poter inviare liste di remarketing ottimizzate come feedback.

  • Nuove API:

saranno presto rilasciate nuove API  per creare nuovi account Google Analytics, gestire la configurazione dei filtri, gestire le configurazioni e i collegamenti di AdWords e creare ed incorporare dashboard con dati di Google Analytics all’interno di siti di terze parti.

Molto interessanti le novità di queste due giornate, che si sono concluse con delle cene informali per un ulteriore momento di confronto…e che sono state accompagnate da molte altre novità,  per il momento non divulgabili per limiti di riservatezza imposti da Google.

Tenete d’occhio il blog ufficiale di Google Analytics per seguire gli aggiornamenti, e per fare due chiacchiere con noi sulle feature già rilasciate pubblicamente, scriveteci!

Potrebbe interessarti anche:

TAG: analytics