Journal

Perché un journal?

Perché un journal è scritto da persone per altre persone ed è un luogo in cui la nostra voce acquisisce volume e può farsi sentire da tutti.
È un luogo che accoglie lo sguardo di ciascuno di noi, le diverse prospettive, i differenti modi di interpretare la realtà. Non esiste un unico punto di vista, ma tante visioni diverse con un unico obiettivo: raccontare le persone, i loro modi di vivere, i loro mondi.
Le diverse qualità delle esperienze declinate in 6 sezioni: Laboratori delle esperienzeRicerca sulle esperienzeDesign per le esperienze, Esperienze nei progetti, Marketing con le esperienze e ovviamente un Archivio con tutta la nostra storia.

IAB Forum Milano
Impressioni e commenti sullo IAB Forum di Milano.
1' di lettura
Conviene sempre essere primi in Google?
Basta parlare di posizionamento organico, naturale o come dir si voglia, oggi parliamo un po’ dell’unico modo per cui basta pagare Google per essere primi: il Pay per Click.
3' di lettura
Ballando con Google!
Esiste ancora la “Google Dance” (GD)? È da tanto che non si sente parlare della dance, pare che Google abbia perso il gusto per il ballo!
1' di lettura
Le avventure di una giovane SEO
Il computer mi accompagna ormai da 10 anni. Davvero pochi, se confrontati con quelli di molti miei colleghi, ma parecchi per me, che ne ho 24 e ancora molto da imparare.
1' di lettura
Prima delle vacanze, TSW torna a scuola!
Mi piace ribadire spesso che TSW è un gruppo, che siamo tante persone con competenze diverse che lavorano insieme per portare risultati di qualità ai nostri clienti.
1' di lettura
TAG: digital marketing analisi esperta osservazione partecipata neuromarketing eye tracking test usabilità social media advertising SEO experience design customer journey analytics brand perception product and service design UX e UI retail analysis ricerca qualitativa marketing antropologico The Sixth W approach content strategy CRO user testing