Journal

Perché un journal?

Perché un journal è scritto da persone per altre persone ed è un luogo in cui la nostra voce acquisisce volume e può farsi sentire da tutti.
È un luogo che accoglie lo sguardo di ciascuno di noi, le diverse prospettive, i differenti modi di interpretare la realtà. Non esiste un unico punto di vista, ma tante visioni diverse con un unico obiettivo: raccontare le persone, i loro modi di vivere, i loro mondi.
Le diverse qualità delle esperienze declinate in 6 sezioni: Laboratori delle esperienzeRicerca sulle esperienzeDesign per le esperienze, Esperienze nei progetti, Marketing con le esperienze e ovviamente un Archivio con tutta la nostra storia.

Il potere del rebranding: coinvolgere le persone nel processo di trasformazione
Rebranding: coinvolgere le persone nel processo di trasformazione aumenta connessione emotiva, ottiene risultati duraturi e crea un'identità autentica.
2' di lettura
Identificare i bias nel mondo digitale per una mente più aperta e consapevole
I bias nel mondo digitale possono influenzare le nostre decisioni. Prenderne consapevolezza e sviluppare una mente aperta per una vita più razionale e libera.
2' di lettura
Intelligenza Artificiale e SEO unite per offrire un’esperienza migliore
Come l'intelligenza artificiale sta influenzando il posizionamento organico, e come guidarla per ottenere risultati ottimali.
4' di lettura
Migliorare l’esperienza delle persone grazie all’elettroencefalogramma (EEG)
In questo articolo esploreremo come l'utilizzo dell'elettroencefalogramma possa contribuire a migliorare l'esperienza delle persone per creare connessioni più profonde e significative.
1' di lettura
Anticipare le necessità delle persone con l’analisi predittiva e prescrittiva
Il prezioso supporto dell'analisi predittiva e prescrittiva per creare esperienze migliori, migliorare l’efficacia aziendale e curare con efficacia le risorse umane.
5' di lettura
Campagne per acquisizione follower: esistono ancora?
È ancora utile e ha senso attivare campagne specifiche per la crescita della fanbase? In quali casi è consigliabile farlo? E su quali piattaforme? Vediamolo insieme.
2' di lettura
Ridurre il paradosso della scelta coinvolgendo le persone
Coinvolgere le persone permette di comprendere il loro prezioso punto di vista per scegliere e organizzare le informazioni in modo chiaro, semplice e diretto.
2' di lettura
Social selling su LinkedIn: come utilizzare Sales Navigator
Tutto quello che serve sapere su Sales Navigator, uno strumento pensato appositamente per gestire l’attività di social selling in modo organizzato ed efficiente.
3' di lettura
Il potere del logo design: creare un’identità visiva memorabile
Come creare loghi di successo che saranno un tratto distintivo dell'identità di un marchio per molti anni a venire.
2' di lettura
Come si applicano le neuroscienze cognitive nel marketing
Vogliamo sottolineare quanto le neuroscienze possano aiutarci a capire, ad un livello differente, il reale elemento di valore: le persone.
2' di lettura
L’arte della semplicità: come rendere un contenuto chiaro, coinvolgente e piacevole da leggere
Per arrivare al cuore e alla mente delle persone è fondamentale non solo scrivere un contenuto interessante per loro, ma renderglielo semplice. Ecco come fare.
2' di lettura
Storytelling: l’arte di raccontare la propria storia
Lo storytelling trasforma il brand in un'esperienza coinvolgente. Creare empatia con il racconto e comunicare idee complesse è possibile.
3' di lettura
Native advertising: che cos’è e come ottimizzarlo
Il native advertising, permette di creare contenuti rilevanti, monitorare le metriche e personalizzare gli annunci per raggiungere il pubblico di riferimento.
2' di lettura
Test di usabilità: quando e perché utilizzare think aloud, eye-tracker e GSR
Come il Think Aloud, Eye-Tracker e GSR possono aiutare a comprendere il comportamento e le esigenze degli utenti, per progettare esperienze di successo.
2' di lettura
Linkedin Ads per il B2B: le persone sempre al centro
Le campagne su LinkedIn Ads possono aiutare le aziende B2B a raggiungere il loro pubblico di riferimento in modo preciso ed efficace.
2' di lettura
Test di usabilità con facilitatore e senza: che differenza c’è?
Capiamo perché un test di usabilità con facilitatore può arricchire l'esperienza utente e la conoscenza dell'azienda del proprio pubblico.
2' di lettura
TAG: advertising SEO experience design customer journey analytics brand perception product and service design UX e UI retail analysis ricerca qualitativa marketing antropologico The Sixth W approach content strategy CRO user testing digital marketing analisi esperta osservazione partecipata neuromarketing eye tracking test usabilità social media